Comune di Castelfranco Emilia - piazza della Vittoria 8 - 41013 Castelfranco Emilia (MO) - Call Center 059 959 211
Benvenuto nel nel portale della Città di Castelfranco Emilia - clicca per andare alla home page Benvenuto nel nel portale della Città di Castelfranco Emilia - clicca per andare alla home page
motore di ricerca
HOME » COMUNE » Struttura Organizzativa | Ambiente | Ambiente - Compostiera

ASSEGNAZIONE DI COMPOSTER in comodato gratuito per il COMPOSTAGGIO DOMESTICO


Cos'è il Composter: il composter è il contenitore per il compostaggio domestico che trasforma i rifiuti organici in compost.
Con l'aiuto di attivatori enzimatici, i rifiuti conferiti all'interno del composter subiranno un naturale processo di trasformazione che li restituirà sottoforma di compost, privo di odori sgradevoli e adatto ad essere impiegato come concime naturale per orti e giardini.
I metodi di compostaggio previsti sono: cumulo aperto, compostiera, cumulo in buca o in trincea. E' ammesso il compostaggio in comunione.
La pratica del compostaggio domestico permette anche uno sconto sulla bolletta Tia, da richiedere presso gli Sportelli Hera. Nel caso di compostaggio in comunione, in sede di richiesta dello sconto sulla tariffa dovrà essere individuato un referente unico.
Per le utenze condominiali, l'attivazione del compostaggio e le varie richieste di sgravi devono essere deliberate dall'assemblea condominiale. Copia della suddetta delibera condominiale dovrà essere allegata al momento della presentazione della domanda di richiesta dello sconto sulla tariffa.

Cosa conferire: resti di frutta e ortaggi, ossa, gusci di noce e uova, fondi di caffè, tè, tovagliolini di carta, foglie, erba, rametti sminuzzati.
Con cautela si possono impiegare i seguenti rifiuti: pane, pasta, dolciumi (ben sminuzzati); foglie coriacee a lenta degradazione (come quelle del pioppo e di magnolia e aghi di conifere), da aggiungere preferibilmente in quantità limitate e comunque in cumuli con prevalenza di scarti umidi di cucina o meglio da abbinare a materiali con un buon contenuto di azoto, come ad esempio la pollina; bucce di agrumi, che essendo di lenta degradazione vanno aggiunte con parsimonia.

Cosa non conferire: alimenti liquidi, ossa, mozziconi di sigaretta, lettiere per animali, carta patinata e a colori, filtri e sacchi per aspirapolvere, grassi e oli, stracci, legno trattato o verniciato, confezioni di alimenti e qualsiasi rifiuto di natura non organica (esempio plastica, pannolini, assorbenti, medicinali, garze, cerotti).

Chi lo può richiedere: tutti i cittadini che dispongono nella propria abitazione di un giardino, un orto, un parco o dimostrano di poter utilizzare un luogo che offra la possibilità di utilizzo del concime prodotto e che facciano esplicita richiesta presso le Stazioni ecologiche presenti nel proprio Comune. All'atto della richiesta il cliente dovrà compilare l'apposita modulistica.


Dove richiederlo: è possibile fare richiesta del Composter direttamente presso la Stazione Ecologica Attrezzata "La Graziosa" di Via Modenese (Zona Industriale "La Graziosa"), 41018 San Cesario sul Panaro (MO). Il kit per la pratica del compostaggio dei rifiuti organici domestici viene concesso in comodato d'uso gratuito.

Risultato
  • 3
(2279 valutazioni)


Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl Copyright © 2014