Comune di Castelfranco Emilia - piazza della Vittoria 8 - 41013 Castelfranco Emilia (MO) - Call Center 059 959 211
Benvenuto nel nel portale della Città di Castelfranco Emilia - clicca per andare alla home page Benvenuto nel nel portale della Città di Castelfranco Emilia - clicca per andare alla home page
motore di ricerca

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

Report n°23 del 21/03/2020 - Coronavirus

notizia pubblicata in data : sabato 21 marzo 2020

Report n°23 - Coronavirus

 

Per fornire la corretta informazione ai cittadini sull’evolversi dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 (Coronavirus), riassumiamo le comunicazioni diffuse in data odierna: 

 

1.      Aggiornamento sui casi di contagio accertati nel territorio comunale

Ad oggi, 21 Marzo, i casi positivi sul territorio comunale sono pari a 31: 17 in isolamento domiciliare e 14 pazienti ricoverati.

Purtroppo oggi registriamo anche un decesso.

 

Ancora una volta valgono le raccomandazioni che ripetiamo da giorni: attenersi ai provvedimenti emessi dagli Enti competenti ed alle norme di tutela per la salute propria ed altrui:

·         Limitate tutti gli spostamenti allo stretto necessario e solo nei casi espressamente previsti

·         Evitate sempre assembramenti di persone

·         Adottate i comportamenti individuali di protezione (lavaggio mani, distanze dagli altri ecc..:)

·         Per acquisti valutate negozi all'interno del vostro Comune

 

2.      Nuova ordinanza del Presidente della Regione: Ulteriori misure per la gestione dell’emergenza sanitaria legata alla diffusio della sindrome da COVID-19 

E’ stata pubblicata oggi una nuova ordinanza regionale, con Decreto n° 45 del 21 marzo 2020 a firma del Presidente della Regione.

L’ordinanza dispone, dal 22 marzo al 3 aprile:

1. Chiusura al pubblico dei cimiteri comunali, garantendo, comunque, l’erogazione dei servizi di trasporto, ricevimento, inumazione, tumulazione, cremazione delle salme.

2. Ad esclusione di farmacie e parafarmacie, nei giorni festivi sono sospese tutte le attività di commercio al dettaglio e all’ingrosso, comprese le attività di vendita di prodotti alimentari, sia nell’ambito degli esercizi di vicinato che delle medie e grandi strutture di vendita, anche ricompresi nei centri commerciali o in gallerie commerciali.

3. Sono sospesi i mercati ordinari e straordinari, i mercati a merceologia esclusiva, i mercatini e le fiere, compresi i mercati a merceologia esclusiva per la vendita di prodotti alimentari e più in generale i posteggi destinati e utilizzati per la vendita di prodotti alimentari.

Il testo integrale dell’ordinanza è pubblicato anche in homepage sul sito del Comune.

 


 

 

3.      Raccomandazioni per le persone in isolamento domiciliare e per i familiari che li assistono

·         La persona con sospetta o accertata infezione COVID-19 deve stare lontana dagli altri familiari, se possibile, in una stanza singola ben ventilata e non deve ricevere visite.

·         Chi l’assiste deve essere in buona salute e non avere malattie che lo mettano a rischio se contagiato.

·         I membri della famiglia devono soggiornare in altre stanze o, se non è possibile, mantenere una distanza di almeno 1 metro dalla persona malata e dormire in un letto diverso.

·         Chi assiste il malato deve indossare una mascherina chirurgica accuratamente posizionata sul viso quando si trova nella stessa stanza. Se la maschera è bagnata o sporca per secrezioni è necessario sostituirla immediatamente e lavarsi le mani dopo averla rimossa.

·         Le mani vanno accuratamente lavate con acqua e sapone o con una soluzione idroalcolica dopo ogni contatto con il malato o con il suo ambiente circostante, prima e dopo aver preparato il cibo, prima di mangiare, dopo aver usato il bagno e ogni volta che le mani appaiono sporche.

·         Le mani vanno asciugate utilizzando asciugamani di carta usa e getta. Se ciò non è possibile, utilizzare asciugamani riservati e sostituirli quando sono bagnati.

·         Chi assiste il malato deve coprire la bocca e il naso quando tossisce o starnutisce utilizzando fazzoletti possibilmente monouso o il gomito piegato, quindi deve lavarsi le mani.

·         Se non si utilizzano fazzoletti monouso, lavare i fazzoletti in tessuto utilizzando sapone o normale detergente con acqua.

·         Evitare il contatto diretto con i fluidi corporei, in particolare le secrezioni orali o respiratorie, feci e urine utilizzando guanti monouso.

·         Utilizzare contenitori con apertura a pedale dotati di doppio sacchetto, posizionati all’interno della stanza del malato, per gettare guanti, fazzoletti, maschere e altri rifiuti.

·         In caso di isolamento domiciliare va sospesa la raccolta differenziata per evitare l’accumulo di materiali potenzialmente pericolosi che vanno invece eliminati nell’indifferenziato.

·         Mettere la biancheria contaminata in un sacchetto dedicato alla biancheria sporca indossando i guanti. Non agitare la biancheria sporca ed evitare il contatto diretto con pelle e indumenti.

·         Evitare di condividere con il malato spazzolini da denti, sigarette, utensili da cucina, asciugamani, biancheria da letto, ecc.

·         Pulire e disinfettare quotidianamente le superfici come comodini, reti e altri mobili della camera da letto del malato, servizi igienici e superfici dei bagni con un normale disinfettante domestico, o con prodotti a base di cloro (candeggina) alla concentrazione di 0,5% di cloro attivo oppure con alcol 70%, indossando i guanti e indumenti protettivi (es. un grembiule di plastica).

·         Utilizzare la mascherina quando si cambiano le lenzuola del letto del malato.

·         Lavare vestiti, lenzuola, asciugamani, ecc. del malato in lavatrice a 60-90°C usando un normale detersivo oppure a mano con un normale detersivo e acqua, e asciugarli accuratamente.

·         Se un membro della famiglia mostra i primi sintomi di un’infezione respiratoria acuta (febbre, tosse, mal di gola e difficoltà respiratorie), contattare il medico curante, la guardia medica o i numeri regionali.

·         Evitare il trasporto pubblico per raggiungere la struttura sanitaria designata; chiamare un’ambulanza o trasportare il malato in un’auto privata e, se possibile, aprire i finestrini del veicolo.

·         La persona malata dovrebbe indossare una mascherina chirurgica per recarsi nella struttura sanitaria e mantenere la distanza di almeno 1 metro dalle altre persone.

·         Qualsiasi superficie contaminata da secrezioni respiratorie o fluidi corporei durante il trasporto deve essere pulita e disinfettata usando un normale disinfettante domestico con prodotti a base di cloro (candeggina) alla concentrazione di 0,5% di cloro attivo oppure con alcol 70%.

 

Riportiamo le informazioni ancora utili, comunicate nei report dei giorni scorsi:

 

4.      Consulenza psicologica dell’AUSL di Modena per gestire lo stress da coronavirus 

Dal 20 marzo AUSL attiverà un servizio di consulenza psicologica telefonica dedicato ai cittadini della provincia di Modena per la gestione dello stress legato alla diffusione del coronavirus.

Per fruire del servizio i cittadini possono chiamare il numero 059 3963401 da lunedì a venerdì dalle 9 alle 17. La consulenza psicologica è gestita dai professionisti del Servizio di Psicologia dell’Azienda USL di Modena, impegnati anche in percorsi che, con modalità organizzative diverse, offrono supporto al personale sanitario in prima linea nell’assistenza e ai familiari delle persone decedute.

 

5.      Incentivi fiscali per donazioni a sostegno delle misure di contrasto all’emergenza epidemiologica.

Il Comune di Castelfranco Emilia ha attivato una raccolta fondi a sostegno delle attività del Gruppo Comunale di Protezione Civile per l’emergenza coronavirus.

·         IBAN: IT 27 D 05034 66690 00 00 00 00 08 00

·         causale “contributo alla Protezione Civile di Castelfranco Emilia”

·         beneficiario: Comune di Castelfranco Emilia.

 

L’Art. 66 del DECRETO-LEGGE 17 marzo 2020, n. 18 prevede “Incentivi fiscali per erogazioni liberali in denaro e in natura a sostegno delle misure di contrasto dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”:

1.      Per le erogazioni liberali in denaro e in natura, effettuate nell’anno 2020 dalle persone fisiche e dagli enti non commerciali, in favore dello Stato, delle Regioni, degli Enti locali territoriali, di enti o istituzioni pubbliche, di fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, finalizzate a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 spetta una detrazione dall’imposta lorda ai fini dell’imposta sul reddito pari al 30%, per un importo non superiore a 30.000 euro.

2.      Per le erogazioni liberali in denaro e in natura a sostegno delle misure di contrasto all’emergenza epidemiologica da COVID-19, effettuate nell’anno 2020 dai soggetti titolari di reddito d’impresa, si applica l’articolo 27 della legge 13 maggio 1999, n. 133. Ai fini dell'imposta regionale sulle attività produttive, le erogazioni liberali di cui al periodo precedente sono deducibili nell'esercizio in cui sono effettuate.

 

6.      Controlli delle forze dell’ordine

Sono in corso su tutto il territorio comunale i controlli da parte dei Carabinieri e Polizia Locale di Castelfranco Emilia per garantire il rispetto delle misure previste dalla normativa in vigore per far fronte all'emergenza coronavirus.

Sono al momento 190 le persone controllate e 7 di queste denunciate alla Autorità Giudiziaria e una arrestata.

7.      Donazioni di sangue

L’Amministrazione Comunale invita i donatori di sangue a non disdire gli appuntamenti per le donazioni. Le donazioni si effettuano in piena sicurezza per i donatori e per gli operatori, grazie perché continuate a farlo!

 

8.      Accesso ai servizi di Poste: pagamento pensioni

Poste ha introdotto le azioni necessarie a fronteggiare le giornate di pagamento pensioni del prossimo mese di aprile: infatti, il pagamento delle pensioni sarà anticipato al 26 marzo che verrà scaglionato fino all'1 aprile, per diluire e scaglionare in più giornate l’accesso negli uffici, al fine di rafforzare i presidi di tutela dei lavoratori ed evitare impatti su un target di clienti particolarmente esposto a rischio.

Tutti i pensionati, possessori della carta libretto possono prelevare contanti agli ATM.

 

9.      Nuove modalità di accesso ai servizi di AUSL

 Ausl ha comunicato le nuove modalità di accesso ai servizi, a partire dal 19 marzo 2020 

Da giovedì 19 marzo, infatti, non sarà possibile l’accesso diretto ai Punti Unici di prenotazione e assistenza di base (ex CUP-SAUB) della provincia di Modena.

Ciò risponde all’obiettivo di ridurre gli spostamenti dei cittadini e riorganizzare le attività amministrative per far fronte alla gestione dell’emergenza coronavirus.

I servizi AUSL saranno garantiti attraverso modalità differenti:

Per le pratiche di assistenza di base

·         utilizzare i relativi moduli (disponibili su www.ausl.mo.it/modulistica) e inviarli via e-mail all’indirizzo sportelloonline@pec.ausl.mo.it

 oppure

·         prendere appuntamento per recarsi agli sportelli AUSL, telefonando dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00 al numero 059 929700

Esami e visite di specialistica ambulatoriale

In questo periodo di sospensione dell’attività programmabile e non urgente, per informazioni e prenotazioni riguardo le prestazioni ancora previste numero verde 800 239123 lun-ven 8-18, sab 8-13

(NO: on line, sportelli cup, farmacie, corner salute Coop)

 

Per informazioni consultare la notizia pubblicata in homepage del sito del Comune

 

10.  Forniture delle mascherine da parte della Protezione Civile

Stiamo ricevendo al numero unico di assistenza alla popolazione diverse richieste di fornitura di mascherine da parte di soggetti privati, precisiamo che la comunicazione diffusa pochi giorni fa dal commissario per l’emergenza Angelo Borrelli è relativa all’attività del dipartimento nazionale di Protezione Civile, per la fornitura delle strutture sanitarie regionali.

I Gruppi Comunali di Protezione Civile, quindi, non sono chiamati a svolgere questa attività verso cittadini, aziende e attività, siano esse pubbliche o private.

Il numero 059 959 316  è a disposizione dei cittadini di Castelfranco Emilia per rispondere a richieste di assistenza alla popolazione ed informazione relative all'emergenza coronavirus, ed è attivo dal lunedì al venerdì dalle 7:00 alle 19:00.

 

11.  Elenco delle attività che effettuano consegne a domicilio

Per limitare al massimo gli spostamenti delle famiglie del territorio, sul sito dell'Unione dei Comuni del Sorbara è stato pubblicato l'elenco delle attività che effettuano consegna a domicilio (diviso per comune).
L'elenco è in aggiornamento e consultabile sul sito dell’Unione del Sorbara, nella sezione STRUTTURA UNICA PER LE ATTIVITA' PRODUTTIVE

 

12.  Nuova Ordinanza del Sindaco n°39 del 17/03/2020: EMERGENZA COVID – 19. ULTERIORI MISURE A TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA

Per limitare la permanenza delle persone nelle aree pubbliche e la formazione di assembramenti, nella giornata di oggi è stata pubblicata una nuova ordinanza che dispone fino al 03 aprile 2020:

·         La chiusura delle “aree di sgambamento cani” del territorio comunale

·         L’interruzione del servizio pubblico gratuito di connessione ad internet con copertura WIFI in hot spot del Comune di Castelfranco Emilia.

 

13.  Ordinanza Comunale n°38 del 13 marzo 2020

Il Sindaco ha firmato un’ordinanza contingibile e urgente, in vigore fino al 3 Aprile 2020, in cui dispone:

·         Il divieto di utilizzo delle aree attrezzate con strutture ludiche (giochi per bambini), nonchè dell’impiantistica sportiva a libera fruizione all’interno di parchi e giardini pubblici;

·         Il divieto di formazione di gruppi ed assembramenti nei parchi e nelle aree pubbliche (piazze, portici, ecc.);

·         Il divieto di utilizzare le panchine dei parchi e della città da parte di più di una persona contemporaneamente;

·         Il divieto di accesso nei cimiteri della città ad eccezione degli addetti alla manutenzione degli stessi nonché alla tumulazione delle salme.

 

In caso di mancata ottemperanza agli obblighi della presente ordinanza, si procederà alla denuncia all’Autorità Giudiziaria competente per l’accertamento delle responsabilità ai sensi dell’art. 650 C.P.

Si stanno intensificando i controlli sul territorio e lo si farà ancora di più nei prossimi giorni. È però praticamente impossibile controllare i comportamenti individuali ed è quindi fondamentale usare senso civico e senso di responsabilità. Gli sforzi che, tutti insieme, stiamo facendo serviranno a superare questa emergenza

 

14.  Farmacia Comunale “Le Magnolie” – nuove disposizioni

La farmacia  Comunale “Le Magnolie”, vista la circolare della regione Emilia Romagna in materia di emergenza Covid-19, al fine di  garantire la tutela della salute di operatori e clienti, effettuerà l’accesso agli stessi tramite la porta laterale  situata in  via Loda.

L’accesso sarà  limitato ad un massimo di due persone per volta.

Questo provvedimento sarà adottato fino al 3 Aprile 2020.

 

15.  Hera - Limitazioni all'utilizzo delle stazioni ecologiche

In ottemperanza alle misure adottate dal Governo, Hera ha  predisposto un contingentamento delle aperture dei Centri di raccolta, limitandone l’apertura soltanto dal lunedì al venerdì e solo a centri di raccolta di dimensioni rilevanti (per evitare situazioni di possibile assembramento) e a servizio di territori vasti.

Di seguito il dettaglio delle strutture aperte da lunedì  16 marzo fino a mercoledì 25 marzo :
      -       Ferrara    :   via Ferraresi,

  • Modena  :   via  dello Sport (Calamita),  via Divisione Acqui solo per potature da parte di utenze non domestiche, via Mattarella (Magnete) solo per carcasse animali,
  • Bologna   :   via Marco Emilio Lepido 186/6,  via Delle Viti 11, via Stradelli Guelfi 73/a,
  • Imola       :   via Brenta,
  • Ravenna  :   strada Romea nord  (Ravenna nord) e  via Don Carla Sala (Ravenna sud),
  • Rimini      :  via Macanno
  • Cesena    :  via Spinelli

 

I suddetti Centri di raccolta osserveranno dal lunedì al venerdì gli attuali orari di apertura.  Tuttavia limitate modifiche potranno essere disposte nei prossimi giorni per fare fronte a esigenze particolari o a riduzioni degli accessi.

Tutti i Centri di raccolta, compresi i precedenti, rimarranno chiusi il sabato e la domenica già da domani 14 marzo.

Nei Centri che rimarranno aperti, tutti gli accessi dovranno avvenire nel rispetto delle disposizioni, già ora comunicate agli utenti, volte a mantenere il rispetto delle distanze prescritte tra utenti e tra operatori e utenti.

Risultato
  • 3
(10 valutazioni)
Documenti Allegati
Report nr. 23 del 21/03/2020 Formato pdf Scarica il documento - formato pdf - 323 Kb
Calendario eventi
<< marzo 2020 >>
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
area riservata
Area Riservata
Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl Copyright © 2014